home propaganda comunicazione   dove siamo contatti
14 Oct 04  ---  INDYANATE METROPOLITANE

INDYANATE (metropolitane)

Un'onda mediatica alta quella che ha visto indymedia protagonista di un
violento attacco.
Le prime pagine dei principali quotidiani, sulla rete e sulla carta
stampata, in televisione, improvvisamente tutti sanno dell'esistenza di
indymedia e che cosa e' accaduto.

I media ufficiali, il governo, e il movimento stesso sono in attesa di
capire quale sara' la risposta, quale l'epilogo o il rilancio di uno
spazio che ha saputo modificare radicalmente l'idea di comunicazione in
rete, insistendo su un metodo aperto e su una ricerca delle fonti che
fosse reale, alla portata di tutt*.

Tuttavia indymedia rappresenta un importante strumento di
sperimentazione proprio perche' non si costituisce quale soggetto
politico, ma come servizo nato dalla collaborazione e dalla messa in
gico diretta dei soggetti, siano essi politici, culturali o sociali.

Di fatto la "risposta" non puo' essere di Indymedia, ma di tutti coloro
che si sentono protagonisti all'interno del panorama nel quale
l'informazione determina ogni aspetto della vita.

Ancor piu' in italia ci sentiamo coinvolti da questo attacco poiche' e'
palese che la nostra presunta democrazia sia in realta' una dittatura
basata sul controllo dell'informazione e dei media in generale.

"became the media" riassume bene lo spirito col quale anche in questa
occasione occorra agire.
In gioco abbiamo la liberta' d'espressione e la dimostrazione che un
mezzo di comunicazione autorganizzato e autogestito non solo puo'
reggere il confronto con i media mainstream, ma rikombinarsi in diverse
forme, magari altrettanto efficaci.

Come Reload crew abbiamo discusso di come affrontare questi primi giorni
in attesa di una migliore comprensione delle responsabilita' circa il
sequestro degli hardisk a seguito della quale proporre un momento di
discussione pubblica cittadina.

indyanate che scaldano il cuore e creano visibilita' sono le nostre
prime proposte:

Uscite notturne nell'urbe.
Abbiamo a disposizione presso reload i manifesti, gli adesivi, le
mascherine e tutti i materiali atti ad un uscita serale.
Stiamo lavorando anche a stancil e altri materiali per un agire
comunicativo che ci e' caro, quello metropolitano.
Invitiamo tutti i writers a pubblicare sui propri siti e su indy
eventuali proposte e/o suggerimenti tattico-creativi ;)
Di nostro pubblicheremo tutti i sorgenti dei file grafici sia in formato
psd che xcf su http://reload.realityhacking.org e su indy.
Abbiamo appeso un enorme striscione sul cavalcavia bussa nel nostro
quartiere:
(+striscioni -landolfi e lacche' fascisti)
http://italy.indymedia.org/news/2004/10/661246_comment.php#661363i
ne stiamo producendo altri per altri ponti...passate a recuparali.

Uscite diurne sempre nell'urbe.

l'edicola prestigiosa: ovvero partire dall'ultimo ingranaggio della
comunicazione tradizionale sovvertendo le apparenze.
Ci piazzeremo in alcune e prestigiose piazze milanesi coinvolgendo gli
edicolanti ad esporre il materiale che segue:
* qualche manifesto di indymedia in dimensione 70x100, come quelli che
vengono esposti nelle edicole per pubblicizzare i giornali.
oppure:
* http://www.autistici.org/echomrg/gallery_old/icant.jpg
* una serie di manifesti con piu' frasi, come:
indymedia e' contro la guerra
indymedia e' contro il pensiero unico
indymedia e' abbominevole

e su tutti la scritta "CENSURATA" in grosso

* un tabloid con impaginate i testi che riguardano la vicenda, come i
comunicati di indy, la rassegna stampa e cosi' via... oltre ad una
serie di URL per approfondire ovviamente la questione.
Potete venire a prenderli in Reload.
* una videocamera, anche una macchina fotografica col quale documentare
il tutto.

last comunicazione