home propaganda comunicazione   dove siamo contatti
20 Nov 04  ---  antifascismo

MARTA MILO FEDE ORLANDO

Non si puo' tirare troppo la corda... le corde si spezzano, come tutto cio' che cerca di limitare la nostra liberta'.

Sappiamo riconoscere nelle condanne intimidatorie a marta e fede,
nelle richieste dei pm Canepa e Canciani al tempo stesso un monito a chi non
si rimette alle regole del buon vivere orchestrate da televisione e
produttori di consenso e una specie di stizzita vendetta per le brutte figure
che gli vengono procurate ogni martedi' in un aula dello stesso tribunale
dove i nostri due eroi cercano di condannare a 15 anni 25 persone.
Purtroppo il loro gioco e' molto vecchio, riscrivere le storie sociali, gli
atti di insubordinazione a un sistema che ci vorrebbe tutti rimbecilliti
davanti ai teleschermi e agli editoriali fotocopiati, supini al volere
sacrosanto delle forze del disordine e del controllo, a favore delle storie
raccontate nelle aule di tribunale, nei manuali di storia "riveduta e
corretta".

Fortunatamente la storia che si insegna nelle strade e' una storia diversa,
conosciuta molto meglio da chi costruisce reti di resistenza e di desiderio
rispetto a chi invece designa una vita nel terrore e nella diffidenza."

Chiedere 6 anni e 9 mesi per due schiaffi a un fascistello e' un monito a non
provarci, a non azzardarsi, a non osare.
Marta, Fede e tutti noi della crew non ci rassegnamo ad essere parti della
storia televisiva.

Solidarieta' per Marta, Fede, Milo, Orlando.

Reload Chainworkers Crew


last comunicazione