home propaganda comunicazione   dove siamo contatti
25 Sep 03  ---  disobbedienti multimediali ???

Date: Thu, 25 Sep 2003 14:03:42 +0200
From:
Subject: Spranghe e parabole



Spranghe e parabole



PUGNO duro contro gli ultrà, proclamano i politici, gli stessi che hanno
annacquato il decreto antiviolenza per coccolare qualche teppistello che
vota nei loro collegi elettorali. La dissociazione mentale è il nuovo
articolo 1 della Costituzione, c'è gente che invoca le regole e parcheggia
in doppia fila, e una legge partorita in una notte buia e tempestosa fa sì
che il pirata della strada ubriaco e drogato che a Genova ha appena ucciso
una donna incinta sia già di nuovo a casa sua. Per chi la voglia guardare
con gli occhiali del buonsenso, la situazione del teppismo negli stadi è
abbastanza semplice. Intorno alle squadre gravitano alcune centinaia di
sfaccendati, molti dei quali violenti ma tutti invadenti e ricattatori, che
le società di calcio preferiscono subire e talvolta usare come pretoriani,
piuttosto che far mettere in galera. Ai «black bloc» del pallone l'avvento
del calcio televisivo per ricchi fornisce la motivazione sociale che
mancava. Ma alla lunga il vero pericolo per l'equilibrio del sistema non
verrà dai teppisti, odiatissimi dai tifosi veri, ma dalle frange dei
«disobbedienti» che per far male non usano le spranghe ma le parabole,
opportunamente taroccate. Domenica sera un intero quartiere della capitale,
San Lorenzo, è riuscito a vedersi Juve-Roma a sbafo, con tanti saluti a
mister Murdoch. La sede dei tifosi «no global» si trova negli stessi locali
in cui una volta si riunivano gli extraparlamentari di Autonomia, ma c'è da
scommettere che questi godano di un maggiore sostegno popolare.

last solidarieta